C’è da tempo una scuola romana o laziale – e quello civitonico, qualche decennio addietro regno della stoviglieria, è rimasto l’unico distretto dove nasce la ceramica sanitaria – le cui storie sono riconducibili al ricordo dei più anziani o ai due musei Doccia e Cerro di Laveno, che ne perpetuano l’esistenza alle giovani generazioni.

Flavio Scalzo è un designer che opera nel Lazio conosciuto negli istituti romani dove si insegna a progettare. Dalle mani di questo giovane, che a voluto cimentarsi con la ceramica, nasce un termo-arredo dalla forma sinuosa che diventa segno grafico sulla parete.

Realizzato da Project The Sign, azienda che – manco a dirlo – opera a Civita Castellana, il radiatore si accompagna al lavabo Segno, così attezzato – come ci ha raccontato Fabio Pasquetti direttore tecnico dell’azienda – per segnalarne l’essenzialità formale e la generosità delle dimensioni. (OGC)